Ciao

pubblicato 19 ott 2011, 13:43 da Emanuela Mazza   [ aggiornato in data 20 ott 2011, 02:31 ]

Ciao! Mi chiamo Emanuela e da oggi sarò la vostra compagna di viaggio su questo blog e prima di tutto voglio presentarmi , raccontarvi un po’ di me e spiegarvi perché i responsabili di questo blog mi hanno chiesto di scrivere per loro.

8 anni fa, nel 2003, ho subito un trapianto di fegato per un’epatite fulminante da farmaco. Ho ricevuto un fegato da un donatore di 20 anni che mi ha dato il coraggio e la forza di ricominciare a vivere, di ritirare i dadi e prendere in mano la mia vita, anzi, meglio, la mia seconda opportunità di vita.

Nel 2006, insieme ad alcuni medici dell’Università Cattolica del Sacro Cuore del Policlinico A. Gemelli, ad altri pazienti  trapiantati e alcuni loro familiari, abbiamo fondato un’Associazione: l’Associazione Amici del Trapianto di Fegato. 

La “Mission” principale dell’Associazione è promuovere una “cultura della donazione” e una “cultura della prevenzione con corretti stili di vita”.

Ogni concezione di corretto stile di vita prevede attività fisica, se non quotidiana, almeno 3-4 volte alla settimana. Con costanza, impegno, disciplina di chi ogni giorno ha il coraggio di allenare se stesso.  Ecco perché il titolo “per correre ci vuole fegato” ed ecco perché io, trapiantata di fegato, mi trovo qui a scrivere in nome di un’Associazione con la quale ho deciso di “correre” per quello che possiamo avere in comune: l’amore per la vita!

Tornando al fegato, definire che cosa sia non è semplice.
Si tratta infatti dell'organo più complesso e più grande del corpo umano, in quanto a quantità e varietà delle funzioni. Pablo Neruda ha scritto un’Ode al Fegato, dove in modo straordinario esalta l’importanza di questo organo vitale e, molto spesso, sottovalutato.  Ve ne riporto solo alcuni versi:

…Mentre il cuore suona
e attrae la partitura del mandolino,
lì dentro tu filtri
e riparti,
separi e dividi,
moltiplichi e lubrifichi,
aumenti e riunisci i fili
e i grammi della vita,
gli ultimi liquori,
le intime essenze…

…Amo la vita:
Soddisfami! Lavora!
Non fermare il mio canto.

 

Secondo i principi della Medicina Tradizionale cinese il fegato è anche  l’organo maggiormente coinvolto con le nostre  emozioni  e il coraggio rappresenta l’emozione positiva che più di ogni altra è collegata al fegato. Ogni giorno, quando ci alziamo, usiamo il nostro coraggio affrontando le nostre paure, piccole e grandi, per metterci in gioco, per tirare i dadi, per metterci in azione e restare in movimento puntando l’ago della bussola verso i nostri obiettivi e correre verso i nostri sogni!

Allora correre, vostra amata attività sportiva, per scaricarvi e caricarvi allo stesso tempo, per prendervi cura di voi o fare semplicemente una cosa che vi piace, per rigenerarvi… e correre come  metafora dell’amore per la vita di chi comunque vuole mettersi in gioco,  fare  esperienze da cui imparare sempre qualcosa, crescere con nuove sfide! E per fare tutto questo, in entrambe i casi, ci vuole coraggio. Ci vuole fegato!

Grazie e buona corsa!

Emanuela


Comments